A TUTTA GOLA

Crocchette di riso al finocchietto marino (paccasassi)

Le crocchette di riso al finocchietto marino sono stati un’ispirazione dopo aver scoperto che la costa marchigiana dove abito è piena di una sorta di erba spontanea chiamata comunemente paccasassi proprio perchè cresce spaccando addirittura le rocce.

Non tutti riconoscono questo tipo di erba dal profumo leggermente pungente, mi sono accorta che invece cresce in abbondanza anche dove di solito vado a fare la passeggiata insieme al mio peloso. Questo solo grazie ad un’ azienda giovane che ha cominciato la produzione, facendo di questi finocchietti dei vasetti sott’ olio, pesto e tanto altro. Prodotti già pronti all’ uso in modo da evitare di andare a raccoglierceli da soli anche perchè è diventato sempre più difficile trovare luoghi sicuri e incontaminati.
La coltivazione avviene nella zona del monte Conero, luogo principale di consumo di questi paccasassi che crescono sulla roccia a picco sul mare Adriatico. Qui prevale l’ usanza di raccogliere e utilizzare in cucina questa erba spontanea ma cresce anche su altre coste mediterranee come ad esempio la Croazia.

Ho scoperto che l’ abbinamento per eccellenza è con la mortadella, in effetti il loro sapore acidulo si sposa bene con i grassi e la sapidità dei salumi.

Naturalmente gli abbinamenti sono tantissimi dalla carne al pesce o semplicemente da soli su una bruschetta calda con un buon bicchiere di vino bianco corposo e fruttato possibilmente marchigiano.

Io ho pensato di utilizzare del pesto di paccasassi per condire il riso che ho utilizzato per le mie crocchette deliziose e croccanti. Il risultato è eccezzionale e saporito. Vediamo come prepararli.




Crocchette di riso al finocchietto marino (paccasassi)
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione3 Ore
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni15 – 16
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 280 gRiso Carnaroli (ottimo il riso Roma o Ribe)
  • 70 gpesto (di paccasassi)
  • 1 cucchiaiopaccasassi (sott’olio )
  • 5Acciughe sotto sale
  • 30 gFumetto di pesce
  • 1.5 lAcqua (circa)
  • q.b.pan grattato
  • q.b.Farina
  • 2Uova (grandi)
  • Olio di semi di arachide (abbondante per la frittura)

Strumenti

  • 2 Casseruole dai bordi alti
  • 4 Ciotole
  • Carta assorbente
  • Schiumarola

Preparazione

  1. Come prima cosa sciogliamo il fumetto di pesce fatto da voi oppure già pronto tipo cuore di brodo oppure granulare nell’ acqua e portiamo ad ebollizione.

    Dunque aggiungiamo il riso e facciamo cuocere 2 minuti fino ad assorbimento del liquido, se il riso una volta asciutto dovesse risultare ancora troppo al dente aggiungete dell’ altra acqua bollente e terminate la cottura fino al suo assorbimento.

    Il riso deve risultare cremoso e compatto. Lasciamo raffreddare completamente.

  2. A questo punto aggiungiamo le acciughe deliscate, dissalate e sminuzzate, mescoliamo bene il tutto e aggiungiamo anche il pesto continuando a mescolare. Il tutto deve essere omogeneo.

  3. Prendiamo un po di composto e creiamo delle polpettine, facendo una leggera pressione al centro dove andiamo ad inserire qualche fogliolina di paccasassi sott’olio. Con le mani cerchiamo di rendere uniforme la pallina. Proseguiamo fino ad esaurimento del riso.

  4. Una volta formate tante palline di riso, le passiamo velocemente nella farina, successivamente poi nelle uova sbattute e poi nel pan grattato.

    Cerchiamo di creare tante palline panate roteandole tra i palmi delle mani.

  5. In una casseruola o padella dai bordi alti andiamo a friggere le nostre palline fino a che non saranno dorate e croccanti.

    La frittura in questo caso è molto veloce perchè l’ interno delle nostre crocchette è gia cotto.

  6. Facciamo asciugare le nostre crocchette su un foglio di carta assorbente prima di servire.

    Servire ben calde.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.